Venture capital, equity e startup innovative nella lezione di D’Amico

in News&Media

Avete l’idea, sapete come fare un business plan e anche come analizzare la concorrenza e il mercato: si, ma adesso, come la registrate la vostra attività? Le lezioni del TalentLab per i nostri startupper proseguono con un docente d’eccezione, Massimiliano D’Amico, avvocato che si occupa di imprese innovative per lo studio internazionale Bird&Bird.

Una sessione dedicata alla creazione dell’impresa innovativa, dalla registrazione a tutti gli accorgimenti che si devono osservare quando si procede alla costituzione di una startup: una lezione certamente carica di informazioni, che i team del TalentLab hanno seguito con attenzione. Si parte a razzo con le informazioni sul registro delle startup innovative, istituito qualche mese fa dal Ministero dello Sviluppo Economico e che offre opportunità maggiori rispetto ai normali registri delle imprese. Innanzitutto la possibilità di evitare le procedure di fallimento in caso di insuccesso aziendale e poi gli incentivi e gli sgravi fiscali per chi investe in questo tipo di imprese: tutte le opportunità di questa tipologia societaria sono stati vivisezionati e affrontati per far trafserire i pregi e i difetti della nuova normativa.

Nel pomeriggio, invece, ci si è focalizzati sugli investimenti e sul ciclo di vita delle imprese innovative: termini come seed e startup o le differenze tra venture capital e private equity, definizioni che dovranno essere assorbite alla perfezione. Si chiudono così le lezioni sul general business: dalla prossima settimana, spazio ai technology focus e alle lezioni dedicate ai singoli settori (ICT, CleanTech, Industrial e Life Science) di applicazione delle idee.

TalentLab torna lunedì. Intanto, c’è un’altro weekend davanti: raccogliete le idee e studiate, startupper, ne avrete bisogno!